Oggi vediamo come fare la sfoglia per pasta ripiena velocemente e come tirarla in poco tempo. Siete di corsa? guardate direttamente il video!
Ricordate inoltre che esistono molte ricette anche per l’impasto, adatte a tutti i gusti e a tutte le esigenze (anche per celiaci) quindi fare la sfoglia non è una domanda a cui si può dare una sola risposta: provate con questa ricetta semplicissima ma non dimenticatevi di esplorare le possibili alternative (ad esempio: perché non provare con la farina di mais?) per ottenere qualcosa di veramente unico con cui sorprendere i vostri ospiti!

Come preparare l’impasto

Prima di cominciare dovreste procurarvi questi ingredienti (bastano per circa 200 ravioli):
  • 300 grammi di farina “00”
  • 100 grammi di farina di semola
  • 1/2 cucchiaio di olio d’oliva
  • 4 uova medie (circa 60 grammi l’una)
si rivelerà molto utile, se lo avete, un piccolo robot da cucina per impastare più rapidamente.

L’impasto si prepara in soli 3 passaggi:
  1. Per cominciare pesate le farine e mescolatele bene
  2. Aggiungete olio e uova e mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo
  3. Dividete l’impasto in tre parti per facilitarvi i passaggi successivi.

Come fare la sfoglia

Quando siete pronti prendete uno dei tre impasti preparati e coprite gli altri due (non devono seccarsi).
Prima con le mani e poi con un mattarello su un piano leggermente spolverato di farina (o meglio ancora con una macchina per la sfoglia) tirate la vostra sfoglia passandola più volte nella macchina sfogliatrice fino a raggiungere la penultima o l’ultima posizione consentita (le più sottili insomma, anche se a noi piacciono di più un po’ più spesse soprattutto per i ripieni di carne).

A questo punto la sfoglia è pronta, se avete la nostra raviolatrice potete iniziare subito a preparare i vostri ravioli: la nostra raviolatrice vi consentirà di preparare i ravioli in pochi minuti e poi potrete ripetere i passaggi con gli altri due impasti rimasti. In mezz’ora avrete ottimi ravioli freschi da cucinare subito, e magari anche un po’ da conservare per i prossimi giorni 🙂